SpacerGrigio.jpg
SpacerGrigio.jpg

 

 

L’amante

 

di Harold Pinter

Progetto e regia Claudio Autelli
Scene e costumi Paola Tintinelli
Disegno luci e suono Fulvio Melli
Con Valentina Picello, Michele Schiano di Cola


LITTA produzioni
Progetto Work in progress

 

“Certo ci fu qualche tempesta / anni d’amore alla follia. /
Mille volte tu dicesti basta / mille volte io me ne andai via. /
Ed ogni mobile ricorda in questa stanza senza culla / i lampi dei vecchi contrasti /
non c’era più una cosa giusta / avevi perso il tuo calore /
ed io la febbre di conquista. / Mio amore mio dolce meraviglioso amore /
dall’alba chiara finché il giorno muore / ti amo ancora sai ti amo.”

Franco Battiato – La canzone dei vecchi amanti

 

Un uomo e una donna chiusi in una stanza.
Isolati dal mondo, come se la realtà esterna, le sue relazioni, le abitudini sociali, il lavoro, tutto ciò che si potesse frapporre tra loro fosse stato spazzato via o meglio, messo da parte, lasciato fuori da loro stessi, dimentichi del mondo nel disperato tentativo di ritrovarsi, di ritrovare un codice perduto, una lingua segreta che non conoscono più e senza la quale, soli, sono persi.
In questo atavico isolamento non rimane che una traccia delle loro persone, come appesi a un filo si reggono in piedi, fragili nel corpo, ma ancor più nel reggere le ultime strategie messe in atto da loro stessi da anni, strategie in cui forse non credono più, giochi di ruolo che nascondo allo stesso tempo, il non deposto desiderio dell’altro, ma anche la perduta semplicità dell’incontro dello sguardo altrui.

Attorno a questa stanza c’è il nulla, un’uscita non esiste, non rimane che l’altro.
Come un esperimento in provetta, tolte tutte le stampelle che possono tenerli in piedi a dispetto dell’altro, si preparano inconsciamente alla guerra, non più padroni del loro “gioco d’amore” forse consci dell’impossibilità di conoscere l’altro, che in fondo il loro non può essere altro che un gioco di ruolo, nient’altro che una recita. E in quel momento di finzione grottesca, tra siparietti improbabili, ingiurie, sevizie e menzogne, lo sfiorarsi di quello sguardo perduto.
Una storia sul perdersi e sul cercarsi. A qualsiasi costo.

 

 

STAMPA

FOTO

VIDEO

 

 

SpacerGrigio.jpg

SpacerGrigio.jpg

HOME
BIOGRAFIA
SPETTACOLI
IL SENTIERO DEI PASSI PERICOLOSI
ANTIGONE
OTELLO
LA LICENZA
LŽAMANTE
LA MORTE DI IVAN'ILIC
ROMEO E GIULIETTA
RISVEGLIO DI PRIMAVERA
L'INSONNE
DATE
LAB121
PROGETTI
REGIE EVENTI
CONTATTI